Medico VeterinarioDr. Maurizio Spremolla
 Home  |  Chi siamo  |  Cerco casa  |  Donatori sangue  |  Prestazioni  |  Utilities  |  Contatti 
       
  QUESTO MI INTERESSA
Utilities >> QUESTO MI INTERESSA >> la sindrome urologica felina

 

La funzione principale dell’urina è quella di eliminare le sostanze di scarto dell’organismo che si sono accumulate nel sangue: questo processo di filtrazione secrezione ed escrezione garantisce l’eliminazione di sostanze dannose per l’organismo come l’urea, creatinina oltre a numerose altre sostanze.
L’urina prodotta nei reni, raggiunge la vescica dove si accumula attraverso gli ureteri e quindi attraverso l’uretra raggiunge l’ambiente esterno.
Quando la vescica è piena, lo stimolo della minzione consente alla vescica di svuotarsi e questo avviene una o più volte al giorno. L’infiammazione della vescica (dovuta a batteri o a cristalli) provoca dolore specialmente alla minzione e provoca l’incapacità della vescica a svuotarsi completamente: i sintomi principali della cistite (così viene definita l’infiammazione della vescica) nel gatto sono:
1)      urina più frequentemente del solito, ma la quantità eliminata è scarsa o addirittura nulla.
2)      Si lecca frequentemente i genitali
3)      Mantiene a lungo la posizione di minzione nella lettiera sforzandosi spesso invano di urinare (spesso questo segno viene confuso con stitichezza ed incapacità di defecare)
4)      Urina fuori dalla lettiera
5)      Si sforza e dà segni di dolore miagolando mentre urina
6)      Sangue è spesso presente nelle urine che cambiano perciò colore (urine rosee o rosse)
7)      Segni di malessere generale come abbattimento, anoressia e vomito compaiono nei casi più grevi e terminali di incapacità totale o quasi di eliminazione delle urine.
 
I calcoli urinari sono aggregati di cristalli di varie forme e dimensioni presenti all’interno della vescica (assai raramente nei reni o negli ureteri): questi cristalli possono causare cistiti, uretriti ed ostruzioni urinarie anche se non aggregati in calcoli e presenti sospesi nelle urine sottoforma di renella che “danneggia” la parete della vescica e può andare ad ostruire l’uretra formando dei veri e propri tappi.
I cristalli si formano quando l’urina è satura di minerali a causa o di un alterato metabolismo dell’animale favorito da una alimentazione inidonea per quel soggetto spesso rappresentata da un consumo eccessivo o predominante di croccantini anche di buona qualità spesso non accompagnata da una sufficiente assunzione di acqua.
Diversi sono i tipi di calcoli/cristalli che rinveniamo nelle urine del gatto:
1)      calcoli di struvite: i più frequenti e si formano a partire da ioni di fosfato di ammonio e di magnesio
2)      calcoli di ossalato di calcio: relativamente frequenti
3)      calcoli di urato di ammonio: rari e spesso associati a patologie epatiche
4)      calcoli di cistina: rarissimi
 
L’insorgenza di questa malattia è subdola e progressiva: a volte i proprietari più attenti lamentano una urinazione in luoghi inappropriati, talvolta con sangue e dolore alla minzione che si presenta più lunga e con frequenza maggiore e spesso con eliminazione di scarse o nulle quantità di urina.
Il sospetto di diagnosi viene confermato dal veterinario in seguito ad una accurata visita ed appropriati esami collaterali (esami urine, esame radiologico-ecografico ed analisi del sangue).
Per evitare la soluzione chirurgica al problema (molto invasiva), si rende necessaria una terapia dietetica e farmacologica molto rigida: la correzione dietetica è fondamentale e dura per diversi mesi.
 
 
 

 
 Medico Veterinario Dr. Maurizio Spremolla - Viale Duca della Vittoria, 164 Rufina (FI) - P.IVA 03583650480 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 19/10/2019